LE VOCI INQUIETE DELL'AMERICA

12 Luglio 2019 | Villa Muggia, STRESA

Viale Siemens 1 - ore 21.30
Regia: Carlo Roncaglia - Genere: Musica-Teatro

Lo spettacolo propone una serie di letture tratte da romanzi, racconti e poesie di quegli scrittori che a partire dagli inizi del ‘900 hanno contribuito a creare l’immagine dell’America che ben conosciamo, con i suoi sconfinti spazi, la sua multietnicità, le sue contraddizioni. Il tutto accompagnato da brani blues, folk e Jazz.

con Giovanna Rossi, Carlo Roncaglia
e con Enrico De Lotto, Paolo Demontis
testi a cura di Carlo Roncaglia
musiche e arrangiamenti Accademia dei Folli
regia Carlo Roncaglia

 

 

Scheda spettacolo


L’America era una bufera che gli soffiava costantemente in faccia. Per America intendeva l’America Bianca, e per America Bianca intendeva tutto quello che dell’America non gli piaceva. Il vento lo infastidiva più di quanto non facesse con gli uomini piccoli; questi potevano pensare che l’America fosse una brezza, ma lui la sentiva infuriare, anche quando i rami degli alberi erano immobili e la bandiera americana pendeva dalle facciate come una sciarpa tempestata di stelle: anche allora la sentiva infuriare. La sua reazione era di ringhiarle contro, di assalirla con la stessa violenza da cui si sentiva assalito, due camion a rimorchio lanciati l’uno contro l’altro su una strada grande come un continente. (G. Dyer).

Lo spettacolo propone una serie di letture tratte da romanzi, racconti e poesie di quegli scrittori americani che a partire dagli inizi del ‘900 hanno contribuito a creare l’immagine dell’America che ben conosciamo, con i suoi sconfinati spazi, la sua multietnicità, le sue contraddizioni. Questi autori hanno dato voce a una galleria di tipi umani perfettamente integrati o emarginati, con le loro paure e le loro incertezze, mostrandoci, ben prima dell’avvento della beat generation, un’America diversa da quella “patinata” e positiva a cui siamo abituati. Fa da contrappunto una colonna sonora costituita da brani blues, folk e da quella musica cantautorale che ci riporta all’America così attentamente descritta nelle pagine proposte.

con
Carlo Roncaglia: piano, chitarre, voce
Simona Nasi: voce recitante
Enrico De Lotto: contrabbasso
Giò Dimasi: batteria e percussioni

riduzione ed adattamento dei testi: Carlo Roncaglia e Gianni Scacchetti
musiche e arrangiamenti: Enrico De Lotto
luci e fonica: Donato Merz Terrameo
regia: Carlo Roncaglia

  • carlo-roncaglia-cv.jpg
    Carlo Roncaglia

    Regista attore e musicista diplomato nel 1997 presso la Scuola del Teatro Stabile di Torino diretta da Luca Ronconi, partecipa ad un workshop teatrale internazionale con tournée in Romania, Danimarca, Svezia e Norvegia. Recita tra gli altri con Giancarlo Cobelli, Gabriele Lavia, Mauro Avogadro, Eugenio Allegri. Nel 2000 fonda la Compagnia di Musica-Teatro Accademia dei Folli della quale è direttore artistico e per la quale cura le regie degli spettacoli teatrali. È anche doppiatore e attore televisivo e cinematografico.

  • enrico-de-lotto-sito.jpg
    Enrico De Lotto

    Bassista, contrabbassista, compositore ed arrangiatore. Ha studiato jazz per diversi anni con Dino Contenti, Saverio Miele, Diego Borotti, Roberto Regis e altri. Ha suonato in formazioni di vari generi e di varia composizione, fino a focalizzarsi sulla musica d’autore con ispirazione jazz-blues. Parallelamente, da 10 anni lavora anche nel campo del cinema, in cui ha collaborato con registi come Roberto Faenza, Giuseppe Ferrara e Carlo Lizzani. Collabora con la Film Commission Torino Piemonte.

  • giovanna-rossi-sito.jpg
    Giovanna Rossi

    Attrice, speaker doppiatrice e formatrice, nel ’93 consegue il diploma di recitazione presso l’Accademia dei Filodrammatici di Milano. 
Lavora al Teatro dei Filodrammatici, al Teatro Libero, al Teatro Carcano, al Teatro Stabile di Bolzano, al Teatro della Tosse di Genova. Parallelamente conduce attività didattica tenendo corsi di recitazione e laboratori di teatro sia per le scuole sia per le aziende.
 In tv ha lavorato, tra gli altri, per Mediaset nella trasmissione “Candid Camera” e per la Rai nelle serie “La squadra”(Rai3).

  • paolo-demontis-sito.jpg
    Paolo Demontis

    Armonicista, autodidatta, promotore della cultura dell’armonica blues. Dal 1992 ne studia le tecniche, la storia e i maestri; nel 1999 viene invitato dal Centro Jazz di Torino a tenere un corso di armonica blues per la durata di due anni, dopodichè prosegue individualmente la sua attività di insegnante. Nel 2002 fonda il gruppo “Harpin’ on blues”, una delle poche band italiane dove l’armonica è lo strumento leader e la scelta del repertorio ne esalta le caratteristiche, iniziando una brillante attività di concerti.